Nuovo microinfusore MiniMed 640G già disponibile

MM640G-SUSPENDED-Angled-12-202x300La terapia insulinica con microinfusore oggi rappresenta quanto di più avanzato esista per la cura del diabete tipo 1 e del diabete tipo 2 diventato insulino-dipendente, soprattutto se scompensato e caratterizzato da grande variabilità glicemica. Da pochi mesi anche in Italia è disponibile per uso clinico il nuovo microinfusore “MINIMED 640 G”. Si tratta di qualcosa di totalmente innovativo poichè dotato della nuova tecnologia “SMARTGUARD” che protegge dal rischio ipoglicemico. Infatti se utilizzato insieme al nuovo sistema di monitoraggio in continuo della glicemia (Guardian 2 Link) con i sensori del glucosio Enlite, è in grado di prevenire l’insorgenza dell’ipoglicemia e sospendere PREVENTIVAMENTE l’erogazione dell’insulina basale (SOSPENSIONE Pre Glucosio basso). L’erogazione dell’insulina riprenderà poi in automatico se il glucosio del sensore registrato si sarà riportato su valori “sicuri” ed in dipendenza del “trend”. Questa nuova tecnologia avvicina la tanto auspicata “chiusura dell’ansa” e la creazione del “pancreas artificiale”. Per saperne di più vienici a trovare presso i nostri ambulatori.

La nuova insulina “Tresiba” fa riposare tranquilli!

tresiba3Tresiba, ovvero insulina degludec, è il nuovo analogo lento di Novo Nordisk, approvato in Europa per il trattamento del diabete tipo 1 e tipo 2. Tresiba viene somministrato una volta al giorno ed a differenza degli altri analoghi lenti attualmente in commercio offre il vantaggio di una certa elasticità nella scelta del momento della somministrazione (non necessariamente alla stessa ora). Dagli studi clinici di confronto è emerso che Tresiba è efficace almeno quanto le altre insuline lente con il vantaggio di un minore tasso di ipoglicemie notturne, se confrontata a Lantus. Tresiba inoltre è in grado di ridurre la variabilità glicemica garantendo un profilo glicemico più stabile. Le preliminari esperienze cliniche personali e di molti colleghi con i quali lavoro confermano i dati emersi dagli studi clinici. E’ proprio vero, Tresiba fa riposare tranquilli!